Una grazia senza giustizia

Qualche giorno fa il Presidente Napolitano ha smentito le voci che lo volevano dimissionario ed ha confermato che sarebbe rimasto al suo posto fino alla scadenza del mandato.

Adesso sappiamo perché. Aveva una missione da compiere, un impegno assunto sul piano internazionale da rispettare: salvare il soldato Romano.

E’ difficile trovare qualche altra spiegazione che possa giustificare l’inusitata concessione della grazia ad un imputato condannato alla pena di anni sette di reclusione, che, non solo non ha scontato neanche un giorno di carcere, ma non ha mai manifestato alcun rammarico per il reato di sequestro di persona da lui commesso in dispregio delle leggi penali.… leggi tutto